Storia

The Atom Tanks

Gli Atom Tanks nascono nel 2012 e la loro discografia è composta dall'album Totale (2015), dall'Ep Na bomba (2015), dal singolo Diren Kobane (2016) e dall'album Felici Maniere (2018 - Maninalto! Records). Fin da subito il gruppo ha influenzato con echi meticci il suo sound, caratterizzandolo come graffiante ed energico, di facile ascolto e piacevole.

La videografia è composta da videoclip carichi di significato: Debitocrazia (2013), Mediterriot (2015), Senza Frontiere (2017), Mr Saxobeat (2017), Venetistan (2018), Weekend (2018) and La Dolce Vita Violenta (2019). I pezzi sono un'anteprima dei temi raccontati dagli Atom Tanks: I beni comuni, le migrazioni, le marginalità sociali.

La partecipazione ai festival, club e spazi sociali si fa sentire già dal primo momento: Sherwood Festival, New Age Club, Mame Club, Rivolta, Pedro ecc. Sono tutti stage cavalcati dal gruppo dal 2012 a oggi, in diverse regioni d'Italia: Veneto, Friuli, Emilia Romagna, Trentino e Lazio, al fianco di Punkreas, Mellow Mood, Vallanzaska, Shandon, Ska-J, Talco ecc.

 
Up
Mappa
Up

La musica, come forma di arte, non è mera celebrazione della bellezza e dell'armonia del suono: diventa strumento e arma di poesia e politica.

Noi siamo The Atom Tanks e vogliamo usare quest'arte come mezzo per fare "cosa pubblica": noi siamo idee, non ideologie. I nostri testi parlano delle persone, dei loro problemi, delle loro ire e dei loro difetti; raccontano un mondo che è andato troppo "avanti", troppo legato al suo passato; narrano di piccole realtà cittadine e di grandi interessi globali.

Siamo eterogenei, forti delle nostre passioni, deboli nelle nostre fragili vite piene di problemi, vizi e difetti. Suonare insieme vuol dire poter scambiare idee, criticarci e maturare: questo traspare dalla nostra musica, la voglia di farci sentire.

Siamo sul pezzo, siamo deboli, siamo liberi.

Up